Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Punto 4.4 Individuazione dei processi aziendali

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La futura ISO 9001, l'attuale ISO 9001:2015 e le versioni precedenti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 10170

MessaggioInviato: Lun Apr 04, 2016 3:26 pm    Oggetto: Punto 4.4 Individuazione dei processi aziendali Rispondi citando

Ciao a tutti,
vorrei capire il vostro parere sull'argomento in oggetto.
Fino alle versione precedenti della normativa, mi sembra ci fosse ben radicato il concetto di processi primari e processi di supporto.
Da quel poco che ho letto sulla nuova normativa mi sembra che ora invece si parli di processi aziendali in senso più generale.

La mia ottica in passato prevedeva un metodo semplice per identificare i processi primari in modo da farli fungere da guida per tutti gli altri, che gli gravitavano attorno.
L'ottica era: è un processo primario quel processo che letteralmente "porta soldi" all'azienda, oppure quei processi per cui il cliente paga. Un concetto semplice che aveva il duplice vantaggio di essere chiaro e semplice per me da maneggiare, ma altrettanto semplice e condivisibile da parte dell'imprenditore.

Quindi in una tipica piccola azienda manifatturiera italiana potevano essere: commerciale (porta il business), progettazione (crea il prodotto e a volte addirittura viene commissionata e pagata), produzione.
Tutto il resto poteva essere configurato come processo di supporto, o gestione di supporto.

Ora non ho ancora capito se l'ottica della normativa è cambiata e quindi devo rivedere anche la mia oppure se questo concetto è ancora attuabile e quindi mi può guidare nella realizzazione del nuovo SGQ.
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 18:37
Messaggi: 26469

MessaggioInviato: Lun Apr 04, 2016 4:45 pm    Oggetto: Re: Punto 4.4 Individuazione dei processi aziendali Rispondi citando

KK ha scritto:
Ora non ho ancora capito se l'ottica della normativa è cambiata e quindi devo rivedere anche la mia oppure se questo concetto è ancora attuabile e quindi mi può guidare nella realizzazione del nuovo SGQ.


Non c'è nessuna indicazione in merito quindi, se per l'organizzazione è utile distinguere tra processi primari e secondari, perché no?
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo


ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA NUOVA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 10170

MessaggioInviato: Lun Apr 04, 2016 4:54 pm    Oggetto: Re: Punto 4.4 Individuazione dei processi aziendali Rispondi citando

QualitiAmo - Stefania ha scritto:
Non c'è nessuna indicazione in merito quindi, se per l'organizzazione è utile distinguere tra processi primari e secondari, perché no?


Vedi, io temo che in molte aziende siamo uno se non più passi indietro.
Il concetto di comprensione dell'utilità di una tale distinzione prevede la consapevolezza di molti altri concetti a monte (visione per processi in primis).
Ad oggi, se non ci nascondiamo dietro a un dito, sappiamo benissimo che non è così e che molti imprenditori sono ancora al famigerato bollino.

Detto questo, se devo cominciare a stendere le basi di un nuovo sistema qualità, devo essere io il primo ad avere le idee chiare su come impostarlo e quindi il dubbio sopra mi rimane.
Non posso, o almeno non sono ancora di discernere la cosa contestualizzandola nell'azienda, quindi devo discernerla per assunto...
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 18:37
Messaggi: 26469

MessaggioInviato: Lun Apr 04, 2016 5:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dato che - a questo proposito - la norma non chiede qualcosa in particolare, direi che l'unico ragionamento che deve guidarti è capire se i processi "secondari" sarebbero una sorta di complicazione in questa nuova azienda oppure aiuterebbero a veicolare meglio il concetto stesso di processo.
Questo, però, puoi saperlo solamente tu.
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo


ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA NUOVA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 10170

MessaggioInviato: Mar Apr 05, 2016 2:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sai Stefy, rispondendo alla discussione sull'eliminazione del manuale, mi sto rendendo conto che la nuova norma crea un cambiamento così radicale che temo le cose debbano essere pianificate contemporaneamente e di comune accordo.
Tra l'altro l'idea proposta di là, se dalla discussione emerge che è potenzialmente valida, risolverebbe entrambi i problemi...
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 18:37
Messaggi: 26469

MessaggioInviato: Mar Apr 05, 2016 2:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

La discussione alla quale si riferisce KK è questa (visibile a tutti coloro che hanno accesso alla sezione riservata ai lettori del nostro ultimo libro).

Venendo a noi, sì...sicuramente pensare a una struttura come quella che hai ipotizzato tu porterebbe a ragionare proprio a questo livello di processi primari (principali) e secondari (di supporto).
Se partire con questo ragionamento ti dà una mano a tirare le fila del tutto, va benissimo. Occhio, però, a rendere concreta la cosa per le persone che dovranno seguirti in questo progetto.
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo


ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA NUOVA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Guerra
Forumista classe "oro"


Registrato: 27/09/13 08:38
Messaggi: 5791

MessaggioInviato: Ven Apr 08, 2016 3:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cerco di leggere i dettami della norma, immaginando sempre:
(in questo caso) determinare i processi necessari ... bla bla bla ... in modo semplice, utile e razionale.
Perciò se non trovo indicazioni specifiche faccio come meglio credo.
Sbagliando penso anche che il Sistema Qualità debba avere un messaggio chiaro a tutti, ma la sua struttura non è possibile sia sempre chiara a tutti. Non posso pensare che un impiegato o un operaio debba distinguere tra processo primario, secondario, (tutto l'elenco di parolacce inglesi tipo stakeholder); queste sono cose da tecnici, cioè vostre. (io sono sempre quello in infradito per capirci). Non c'è formazione che tenga, questa deve essere mirata ed utile (tornando alla discussione della comunicazione e del vocabolario da utilizzare; anche gli argomenti devono essere setacciati). Altrimenti va tutto dimenticato.
Passi la visione d'insieme che bene o male tutti debbono avere, ma è già complesso per i tecnici il tutto ...
Perciò tornando ai processi: il mio SGQ precedente era ben strutturato? mantengo la divisione precedente di processi, anche con il benestare della nuova edizione, che non mi fornisce specifiche da adottare.
Cliente (necessità) -- Commerciale - Progettazione - Acquisti - Produzione - Assistenza tecnica -- Cliente (soddisfazione)
Intorno processi di supporto. Il cliente come l'alfa e l'omega?
_________________
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Top
Profilo Invia messaggio privato
Guerra
Forumista classe "oro"


Registrato: 27/09/13 08:38
Messaggi: 5791

MessaggioInviato: Ven Apr 08, 2016 4:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Quello che invece richiede qualche riflessione (e che è anche la novità): indicare rischi ed opportunità che interessano i processi.
Identificati i processi; disegnate le interconnessioni; trovati indicatori di prestazione per monitorarli e misurarli (implica anche aver stabilito degli obiettivi);
si richiede una analisi dei rischi (nell'accezione della qualità).
_________________
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 10170

MessaggioInviato: Ven Apr 08, 2016 5:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Guerra ha scritto:
Perciò tornando ai processi: il mio SGQ precedente era ben strutturato? mantengo la divisione precedente di processi, anche con il benestare della nuova edizione, che non mi fornisce specifiche da adottare.
Cliente (necessità) -- Commerciale - Progettazione - Acquisti - Produzione - Assistenza tecnica -- Cliente (soddisfazione)
Intorno processi di supporto. Il cliente come l'alfa e l'omega?



Il problema è proprio questo (e tu giustamente non puoi conoscerlo perchè è la realtà che mi sto trovando ora tra le mani): i processi individuati nel manuale in vigore ora erano già obsoleti, vecchi e poco attinenti già molti anni fa.
In pratica è il classico schema che ragiona ancora per funzioni, dove il processo commerciale si ferma con l'emissione della conferma d'ordine e quasi non "esce" dall'ufficio commerciale e via dicendo con gli altri processi.
Per questo ne vorrei approfittare per ripensare fin dalle fondamenta il mio sistema: riuscissi ad ottenere tempo e fiducia, potrei davvero innovare!
E se dovessi ottenerli, mi troveranno pronto.



Guerra ha scritto:
Quello che invece richiede qualche riflessione (e che è anche la novità): indicare rischi ed opportunità che interessano i processi.
Identificati i processi; disegnate le interconnessioni; trovati indicatori di prestazione per monitorarli e misurarli (implica anche aver stabilito degli obiettivi);
si richiede una analisi dei rischi (nell'accezione della qualità).


Questo è vero, infatti la mia ottica (ma solo nella mia mente perchè ancora bene un'applicazione pratica non l'ho definita) sarebbe quella di spalmare la considerazione sui rischi e sulle opportunità in ogni fase di ogni processo.
Ripeto: come e dove ancora bene non l'ho definito, ma almeno c'è l'intenzione.
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MikiMarru
Come da manuale


Registrato: 21/11/07 22:34
Messaggi: 1261
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Ven Apr 08, 2016 8:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusa KK, ma non capisco una cosa; il problema è una "vecchia" mappatura dei processi?
Nel senso che l'azienda funziona un un modo (diciamo -per brevità- "corretto"), e la descrizione dei processi è rimasta non aggiornata?

O che l'azienda ragiona per funzioni e tu vorresti impostare una struttura diversa?

Poi mi sono perso, all'inizio parli dei dubbi riguardo alla mappatura dei processi di un nuovo SGQ e se la nuova edizioni della norma comporti una revisione dello schema processi primari/di supporto, nei più recenti parli di "i processi individuati nel manuale in vigore ora erano già obsoleti, vecchi e poco attinenti già molti anni fa."

... forse sono un poco lucido, ma mi sono perso...
_________________
Credo fermamente nel detto: "Non ti do il pesce, ma la canna da pesca, e ti insegno a usarla, perché tu possa pescare da solo". E' possibile che la mia risposta sia da intendere in tal senso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 10170

MessaggioInviato: Sab Apr 09, 2016 6:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

No, non sei tu ad essere poco lucido ma io.
Ho cambiato lavoro da meno di due settimane e sto scoprendo solo ora "il nuovo mondo": nuova azienda, nuovo capo, nuova normativa della qualità da applicare.
Quindi sto anche io saltando un po' di palo in frasca per aggiornarmi da un lato sulla teoria della nuova qualità e dall'altro lato nel tentativo di capire cosa implementare nella mia nuova azienda.

Ovviamente di quel che hai detto tu, una cosa non esclude l'altra.. Rolling Eyes

Nel senso che la mappatura dei processi è vecchia e sbagliata (due giorni avevo già capito che i veri processi critici di questa azienda non sono per nulla quelli descritti nel manuale) E l'azienda ragiona per funzioni come nei primi anni 90, con tanti begli orticelli con steccato bianco oltre i quali ognuno rovescia la propria pattumiera nel prato del vicino....

Insomma, la situazione è:
- tante (troppe) urgenze, reclami, nc, cose che non vanno, litigate, scarica barili ecc.
- un capo che intuisce l'importanza della qualità (mi ha cercato in teoria per questo) ma che anche lui insegue le sue urgenze, che a volte non sono neppure quelle dell'azienda e che quindi spinge me come tutti gli altri in direzioni diverse.
- un sistema qualità vecchio, che sta in piedi perchè gli odc come sappiamo vengono pagati e di questi tempi non puoi permetterti di stracciare un certificato e di perdere un cliente.
- una normativa tutta nuova, con tanto potenziale ma anche tanto tempo da dedicarci per apprendere, progettare, sistemare.

Quindi mi ritrovo a gettare post nel forum come il trattore getta il letame nei campi (oooh che metafora poetica ho scelto Very Happy ) e in effetti faccio anche io una gran confusione.

Per riassumere, il mio intento vorrebbe essere questo: già che il vecchio sistema è appunto vecchio e inadatto, tanto varrebbe ripensare tutto da capo con la nuova normativa e quindi vorrei partire riprogettando i cardini del sistema.

Da solo non posso decidere la vision, la mission, la politica e gli obiettivi, ma almeno posso cominciare a tracciare un profilo dei processi principali e farne uno schema che mi sia di aiuto nel definire poi tutto il resto.
Ecco quindi che le mie varie domande sono volte un po' a capire in senso generale cosa fare e un po a chiarirmi le idee sulla gestione dei processi.

Oggi che è sabato ho avuto più tempo e quindi ho potuto scrivere in maniera più calma e approfondita.
Ma sono riuscito a spiegarmi?
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MikiMarru
Come da manuale


Registrato: 21/11/07 22:34
Messaggi: 1261
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Sab Apr 09, 2016 7:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Tutto chiaro, grazie mille.
Buona domenica
Smile
_________________
Credo fermamente nel detto: "Non ti do il pesce, ma la canna da pesca, e ti insegno a usarla, perché tu possa pescare da solo". E' possibile che la mia risposta sia da intendere in tal senso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 11:05
Messaggi: 4071

MessaggioInviato: Sab Apr 09, 2016 8:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Certo che ti spieghi!
....... però vedo che ti sei buttato nella mischia usando la stessa logica: disastro annunciato!
Tu avrai certamente letto il nostro "progetto" di cambiamento (vol n°2 della collana), in cui indipendentemente da come la vede la nuova norma tu devi lanciare un "progetto" che parta dal basso.
NON devi essere tu che fai la mappatura vecchia e nuova: devono essere tutti coloro che possono collaborare ...e non mi riferisco ai capi orticelli: sarebbe profondamente errato affidarlo a loro (dato che spesso sono loro la causa delle guerre intestine [ma questo no dirlo al tuo capo perchè di loro LUI "si fida", capisci in che casino probabilmente ti sei infilato?] ....e son o anche convinto che a tutti, ripeto, tutti, va bene che la rappresentazione dei processi sia una chiavica....così "la CONCORRENZA non può copiarci ...",perciò vacci piano a mettere le mani in quel casino : potresti inimicarti uno alla volta tutti i casinari he ci sono li dentro!
abbi pazienza, coraggio! e ...adopera il fioretto: con la spada ti infilzerebbero come un tordo!
Ciao Paolo


L'ultima modifica di Paoloruffatti il Sab Apr 09, 2016 8:43 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 11:05
Messaggi: 4071

MessaggioInviato: Sab Apr 09, 2016 8:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

PS: quando tu dici che ci sono "troppe ugenze" spero , ma sono sicuro che tu lo sai già che: URGENTE è UNA PAROLA SENZA SIGNIFICATO.

La ragione di questo casino mi sa che è che NON esiste la funzione Programmazione. vero?
.... e quindi, dicevano attorno a Milano, che "ch'il vosa puseè la vaca le soa": chi grida di più si porta a casa la vacca....al mercato delle vacche!
buona notte!
Paolo
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 10170

MessaggioInviato: Dom Apr 10, 2016 9:36 am    Oggetto: Rispondi citando

Paoloruffatti ha scritto:
PS: quando tu dici che ci sono "troppe ugenze" spero , ma sono sicuro che tu lo sai già che: URGENTE è UNA PAROLA SENZA SIGNIFICATO.

La ragione di questo casino mi sa che è che NON esiste la funzione Programmazione. vero?
.... e quindi, dicevano attorno a Milano, che "ch'il vosa puseè la vaca le soa": chi grida di più si porta a casa la vacca....al mercato delle vacche!
buona notte!
Paolo


Quante verità in così poche parole! Rolling Eyes

Ad ogni modo comprendo il tuo warning sull'evitare di usare la spada e, come ti ho già risposto in un altro thread, è mia intenzione dosare molto la cosa.
Il mio intento è chiarirmi bene le idee su cosa fare, ma poi non entrare a gamba tesa, ma ammorbidire le idee degli altri gettando ami, consigliando e suggerendo il miglior sistema, illustrando i vantaggi quando le orecchie sono predisposte, ecc.

Certo però che per fare questo devo assolutamente che io abbia già chiaro in mente cosa fare, per questo ho questa ansia da costruzione dei processi Very Happy

Comunque ragazzi grazie per queste belle chiacchierate, non avete idea di quanto mi siete mancati!!! Embarassed
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La futura ISO 9001, l'attuale ISO 9001:2015 e le versioni precedenti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it