Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Determinazione causa non conformita'
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Qualità applicata
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 17:37
Messaggi: 26359

MessaggioInviato: Dom Feb 21, 2021 8:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bagaroz, ho lasciato la tua immagine in formato link perché altrimenti non la legge (non è un file .jpg o altro...)
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo


ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA NUOVA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 07:28
Messaggi: 3530
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Lun Feb 22, 2021 8:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Eh ma tutte le quote definite a disegno vanno prese in considerazione.
Se, insieme al Cliente, definite che non è importante (es: angolo, smusso, etc...) e potete farlo secondo il vostro standard, sarà il Cliente a revisionare il proprio disegno e poi il resto va da sè.
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
bagaroz
Forumista di Alta Qualità


Registrato: 23/08/11 10:37
Messaggi: 841

MessaggioInviato: Sab Mar 06, 2021 6:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Riprendo dopo un periodo di riflessione e riporto alcune considerazioni in seguito ai vostri spunti:
- credo i disegni di produzione siano qualitativamente accettabili
- credo che l’attuale sistema di quote da controllare per ogni fase di produzione sia concettualmente corretto (è in pratica un documento di collaudo diviso per fasi) ma non è aggiornato
- credo il collaudo finale debba essere in parte rivisto

Il sistema deve necessariamente essere rivisto per richiedere meno impegno in fase di preparazione in quanto sta emergendo un trend di forte aumento del numero di microcommesse (1-5 pezzi per 1-2 ore di produzione in totale).

Ora la parte difficile sarà capire come creare dei documenti di collaudo efficaci e basati il più possibile su modello standard da adattare velocemente ai prodotti personalizzati
Top
Profilo Invia messaggio privato
bagaroz
Forumista di Alta Qualità


Registrato: 23/08/11 10:37
Messaggi: 841

MessaggioInviato: Sab Apr 03, 2021 7:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Riprendo il topic per chiedervi una cosa:
- avete suggerimenti per testi, corsi (quelli in privato) relativi ai metodi di collaudo, ai metodi di controllo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 07:28
Messaggi: 3530
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Mar Apr 06, 2021 6:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Non complicherei troppo le cose, bagaroz.
Comincia a provare le cose semplici.

Ad esempio, per come eravamo organizzati noi, per il tipo di produzione, bastava un controllo "di fino", con tutte le quote "pallinate" dal disegno cliente, fatto dal caporeparto in avviamento. Poi gli operatori facevano i controlli in linea a cadenza temporale in maniera più soft, per le quote principali (le altre erano conseguenza delle lavorazioni precedenti o in corso), e poi quello finale completo, come per l'avviamento, ma fatto dal CQ.
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
bagaroz
Forumista di Alta Qualità


Registrato: 23/08/11 10:37
Messaggi: 841

MessaggioInviato: Mer Apr 07, 2021 6:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao,
Io vorrei farla semplice, ma ho pochi passaggi e devo essere sicuro che in quei passaggi si commettano meno errori possibili.
Diciamo che io ho un disegno tipo quello dell'immagine qui sotto con le quote numeriche invece dei nomi.
[img][img]

L'operatore a fronte del disegno deve programmare la macchina 5 assi CNC e fare la produzione. Non ci sono verifiche da parte di un caporeparto od altro. Nel giro di 45-60 minuti l'operatore deve attrezzare la macchina, fare il programma, fare il primo pezzo controllarlo, correggere eventuali quote fuori tolleranza, partire con la produzione.

Il 90% delle quote a disegno sono riferite ad una sola fase costruttiva, quella più complessa.

Oggi il cartaceo dell'ordine di produzione ha per la singola fase di produzione una lista delle quote principali da controllare (però basata su tabelle standard per tipi utensili ed ormai obsolete) e gli operatori usano il disegno come documento di controllo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 10087

MessaggioInviato: Gio Apr 08, 2021 8:07 am    Oggetto: Rispondi citando

Essendo basati su disegno immagino siano produzioni ripetitive.
Non si potrebbe salvare il programma per richiamarlo ad ogni avvio della medesima produzione?
Almeno in questo si avrebbe una standardizzazione, lasciando all'oepratore il controllo dei fuori tolleranza iniziali e finali.
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
bagaroz
Forumista di Alta Qualità


Registrato: 23/08/11 10:37
Messaggi: 841

MessaggioInviato: Gio Apr 08, 2021 8:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Le produzioni possono essere singole o ripetute, certo in caso di seconda produzione viene aperto il programma macchina e si fanno "solo" gli aggiustamenti fini.
La prima è quella più a rischio di errori
Top
Profilo Invia messaggio privato
bagaroz
Forumista di Alta Qualità


Registrato: 23/08/11 10:37
Messaggi: 841

MessaggioInviato: Mar Mag 11, 2021 3:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Buonasera,
torno sul tema con un esempio
Ho ad esempio un prodotto con questo disegno


Il 90% di queste quote viene ottenuta in un unica fase ciclo.
L'operatore oggi controlla tutte le quote basandosi sul disegno, avrebbe una griglia di collaudo ma è ormai obsoleta e basata su operazioni standard non più manutenute da anni

Nel caso di ordini ripetitivi produzione aprirà il programma macchina già utilizzato, ma se è la prima produzione deve farsi tutta la programmazione CNC.

Il collaudo finale è nella stessa condizione, e verifica gli utensili sul disegno anche lui.

Secondo la "teoria" è scorretto usare il disegno come documento di controllo.
Il cliente non mi indica nessuna quota "ballonata" e molte sono quote definite da noi come costruttore e nemmeno dichiarate al cliente.

Volevo introdurre un qualche step di controllo da dover dichiarare anche sul sistema gestionale (per la tracciabilità e riconducibilità) ma senza appesantirmi su inutili costruzioni ciclopiche.

Io pensavo ad una dichiarazione di conformità (senza dichiarare il valore effettivamente misurato) dei valori che reputo principali per gli operatori.
Quindi ad esempio mettere una spunta su; valore1, valore 2, etc

Per il collaudo volevo inserire la verifica documentale delle frasi precedenti ed una verifica completa di almeno 1 pezzo per ogni commessa.
ed anche qui una dichiarazione che tali attività siano state fatte
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabman
Nuova recluta del forum


Registrato: 21/04/21 13:03
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Mer Mag 12, 2021 3:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io mi sono creato un "rapporto dimensionale" nel quale ho inserito non la quota nominale e la sua tolleranza ma il range di accettabilità in modo che l'operatore non si possa confondere : se il valore letto è nel range è OK se no NOK. in vista di una richiesta dal cliente e per un controllo futuro io lascerei il valore letto.


Elimina tutte quelle quote che risultano per costruzione, in modo da snellire al massimo il rapporto.
_________________
Se non riesci a spiegarlo ad un bambino di 6 anni, non l'hai capito nemmeno tu. (A.E.)
Top
Profilo Invia messaggio privato
bagaroz
Forumista di Alta Qualità


Registrato: 23/08/11 10:37
Messaggi: 841

MessaggioInviato: Mer Mag 12, 2021 6:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Le quote per costruzione però sono quelle che mi rendono funzionante il prodotto.
Un cliente non mi metterà mai a disegno l'angolo di taglio ma se io lo definisco 20+2/+0° poi lo devo rispettare. Se dopo la prima fornitura ne segue un'altra e benché non sia un valore a lui noto io ottengo 15° poi il prodotto avrà prestazioni diverse.

Registrare tutte le misurazioni sarebbe l'ottimo ma richiede un valore superiore spesso a quello della produzione.

Sto anche valutando l'opzione di creare un programma con più step sulla macchina di misura e salvare quei record in un database, mi sto informando
Top
Profilo Invia messaggio privato
bagaroz
Forumista di Alta Qualità


Registrato: 23/08/11 10:37
Messaggi: 841

MessaggioInviato: Dom Nov 21, 2021 6:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Buonasera,
torno dopo un po' sull'argomento.
Con l'introduzione di un nuovo operatore al collaudo mi sono reso conto ancora di più che molte prassi operative non sono definite ma "tramandate".
Vorrei nel 2022 mettere mano sia alla sostanza sia alla forma dei controlli.
Stavo ragionando su:
- controlli in autocertificazione della produzione.
in questo caso pensavo di eliminare del tutto le "griglie con i valori" da
controllare ma di standardizzare un programma di misura da richiamare e solo in caso di quote che richiedono misurazioni manuali (cioè sempre su macchina di misura ma non possibili da eseguire in automatico) un flag ausiliario che ricordi di eseguire i controlli aggiuntivi.
Stampa (da capire se digitale o cartacea o mista) del report di misurazione.
In base al budget l'ideale sarebbe interfacciare la macchina di misura con il sistema gestionale

- controlli finali al collaudo.
vorrei che produzione rendesse identificabili primo ed ultimo utensile prodotto. Qui vorrei per prima cosa un check della stampa deic ontrolli fatti in produzione sul primo utensile ed una verifica su ultimo pezzo (oltre un certo numero di pezzi prodotti anche su altri esemplari) delle sole quote soggette ad una variazione potenzialmente inficiante. ad esempio sappiamo per esperienza che il diametro utensile è soggetto ad una variazione durante la produzione mentre l'angolo di elica se era corretto sul primo pezzo non cambierò mai più a meno che l'operatore non intervenga modificando il valore sul programma macchina.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Qualità applicata Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it