IL CONTROLLO DELL'EFFICACIA DEL
LAVORO SVOLTO

Staff di QualitiAmo

Controllare ciò che si fa è uno dei fondamenti della qualità. Vediamo come procedere

controllo-efficacia-lavoro

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

L'efficacia di un'organizzazione e del suo lavoro dipende dalla misura in cui ogni suo collaboratore si muove verso gli obiettivi comuni. Il controllo è il processo attraverso il quale possiamo raccogliere tutte le informazioni necessarie per stabilirlo e riusciamo a mantenere traccia di ciò che sta accadendo.

I meccanismi di controllo ricadono in due categorie, a seconda della loro posizione all'interno della gestione dei processi. Molte organizzazioni utilizzano i controlli solamente per verificare ciò che è stato fatto, al termine del processo. In questo modo, è possibile solamente reagire a ciò che è accaduto e non si può mantenere una posizione proattiva.
Le aziende più avvedute, invece, si preoccupano di anticipare eventuali problemi ponendo l'attenzione su azioni preventive che possono essere decise anche grazie ai controlli eseguiti durante il processo e non al termine dello stesso.

Se decidete di legare eventuali ricompense a questi sistemi di controllo, prestate grande attenzione perché i vostri collaboratori potrebbero concentrarsi solamente sull'aspetto che li riguarda e perdere volutamente di vista l'insieme. Spingere al massimo per migliorare un parametro, infatti, potrebbe essere fatto a danno di altri che non rientrano nei loro obiettivi. Senza contare che, pur di ottenere il premio, qualcuno potrebbe avere la tentazione di manipolare le informazioni che servono per monitorare il processo anche semplicemente scorporandoli da una realtà più generale che racconterebbe ben altro. Il rischio, intendiamoci, è reale a qualsiasi livello dell'organizzazione perché quando eventuali ricompense dipendono solo da uno o due parametri è ovvio che tutti gli sforzi siano diretti a migliorare solamente questi, anche a scapito di tutti altri. Se, ad esempio, la redditività a breve termine è l'unico criterio per la distribuzione di bonus o promozioni, è molto probabile che gli investimenti per le aree di crescita a più lungo termine vengano sostanzialmente ridotti.

Nel costruire un buon meccanismo di controllo non va dimenticata nemmeno la paura che le persone hanno di essere criticate per non aver lavorato bene. Questo stato d'animo potrebbe portare qualcuno a trattenere per sé informazioni considerate "pericolose" ma che, tuttavia, andrebbero condivise perché influiscono sul sistema.

Quando ricompense e punizioni sono usate per motivare le prestazioni, le persone tendono ad assumersi meno rischi e ad adottare un approccio più cauto e di tipo conservativo. In sostanza, la paura del fallimento sostituisce il desiderio di realizzare qualcosa.

Lo scopo della Qualità è quello di spostare ogni persona al centro del meccanismo del controllo, con l'obiettivo di rendere tutti responsabili per le proprie prestazioni e di fare in modo che siano motivati ad impegnarsi al raggiungimento degli obiettivi comuni.

La Qualità caldeggia un approccio al lavoro di tipo user-driven che non può essere imposto dall'esterno. Questo significa che le idee di miglioramento devono provenire dalle persone che hanno una conoscenza diretta del processo che deriva dall'esperienza maturata lavorandoci e questo, capite bene, ha implicazioni enormi per quanto riguarda la formazione e le azioni di follow up.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Lo scopo della Qualità non è quello di ridurre i costi o di migliorare la produttività, sebbene tra gli effetti di una sua buona applicaizone ci siano anche questi, ma di cambiare le attitudini delle persone e la cultura dell'organizzazione per arrivare a fare le cose giuste la prima volta.

PER SAPERNE DI PIU':

Il Controllo Qualità
Le carte di controllo: introduzione
Piano di controllo del processo
Le carte di controllo: come funzionano
Le carte di controllo: scegliere la più adatta


cerca nel sito